Menu Chiudi

Buche pericolose e asfalto sconnesso nelle strade di Affori, il tam-tam sui Social

Affori Via Cavalletto buche pericolose e asfalto sconnesso (foto La Presse-Corriere della Sera 18-01-2018)

Buche pericolose e asfalto sconnesso nelle strade del Municipio 9

Moltissime le segnalazioni anche sui Social per allertare ciclisti e motociclisti, ma anche i pedoni

Articolo del Corriere della Sera del 22 Gennaio 2018 a firma di Paola D’Amico

Corriere 18-01-2018 Buche nelle strade Municipio 9
Corriere della Sera 22-01-2018 Buche nelle strade di Affori e del Municipio 9

Milano, buche in strada: è caos appalti. «Ritardi sui lavori di recupero»

Strade dissestate: boom di segnalazioni dei cittadini. L’assessore Marco Granelli: «Colpa di nuovo codice e ricorsi»

Affori Via Astesani, i binari del tram affiorano dall'Asfalto sconnesso (foto Silvio Stefralusi)

È una corsa contro il tempo quello delle squadre del Nuir (Nucleo intervento rapido). Notte e giorno, a mettere toppe su strade e marciapiedi, a sistemare cordoli, sampietrini che saltano come birilli. Non basta tanta buona volontà a fermare la nuova ondata di reclami dei cittadini che s’accumulano nei Municipi. Né i rinforzi alla squadra con 10 nuovi assunti. Ci sono lesioni che si aprono nei mini crateri appena richiusi. Come in via Comasina, poco distante dal distributore e dagli uffici della polizia di Stato. E nella fretta di tamponare le buche può capitare di lasciarsi alle spalle dei cavalletti, che nessuno più torna a recuperare. Il panorama urbano s’arricchisce di pali segnaletici abbattuti e dimenticati. Anche da un anno, come quello arrugginito e disintegrato in viale Ca’ Granda.Il presidente del Municipio 9, Giuseppe Lardieri, dedica parte del suo tempo a controllare i reclami dei cittadini e rilanciare l’allarme al settore Mobilità.

Da settembre in manutenzione straordinaria il Comune ha spalmato asfalto fresco su 166 mila metri quadrati di strada. Ma «le condizioni delle vie Astesani, Farini, della corsia preferenziale in via Valtellina» sono disastrose, dice preoccupato. C’è la rotonda di Dergano, fa notare, così grande che «quando girano gli autobus rompono il cordolo dei marciapiedi». Qualche anno fa, il Comune aveva aperto uno Sportello reclami sul suo sito. In media arrivavano venti segnalazioni al giorno. L’inverno clemente ha evitato di peggiorare lo stato dell’asfalto. Ma è un fatto che i maquillage estesi dell’era Expo sono ormai entrati a far parte della storia. Auto e moto ma anche biciclette e pedoni si ritrovano uniti in inedite gimcane. E, per esempio, il Municipio 1 si trova ad aggiornare il report consegnato un anno fa, che già elencava meticolosamente i punti critici per l’incolumità dei pedoni (per esempio, i marciapiedi a filo binario e quelli ove l’alberatura determina pericolosi sollevamenti), e ad aggiungere un lungo elenco di manti stradali da rifare perché «in rilevante dissesto». Come nelle vie Fieno, Cassolo, Bianca Maria e Chiossetto, Conservatorio e Corridoni.

Via Annibal Caro buca nell'asfalto (foto di Giorgio Zanella su facebook 05-02-2018)

L’assessore alla Mobilità Marco Granelli non nasconde la criticità della situazione. Il Comune investe in manutenzione straordinaria sulle strade 30 milioni di euro l’anno, 10 in manutenzione ordinaria «Abbiamo perso un anno nel passaggio al nuovo codice degli appalti — spiega —. Un problema non solo milanese. Il rallentamento c’è stato nell’aprile 2016. Gli appalti non sono stati aggiudicati e abbiamo dovuto rifarli con le nuove regole». Nei 12 mesi intercorsi fra settembre 2016 e agosto 2017, il Comune ha comunque investito poco meno di 20 milioni di euro in interventi per sistemare un milione di metri quadri di superficie stradale. «A rallentare ulteriormente anche di un paio di mesi, una volta assegnati gli appalti — aggiunge Granelli — si sono aggiunti i ricorsi. Ma in primavera il restyling delle strade riprenderà con la manutenzione ordinaria». Consultando il sito di Palazzo Marino i cittadini sapranno quando l’intervento arriverà sotto casa. Sarà l’ultimo appalto annuale, gli uffici stanno già lavorando alle prossime gare che diventeranno biennali. «E avremo più fondi — conclude Granelli —. Perché a Milano abbiamo 4 mila chilometri di strade». Dietro l’angolo, infine, giro di vite contro le cattive abitudini, come quella di parcheggiare sui marciapiedi, che ne accelerano il degrado.

ATM Radiobus Q41 dal 4 Maggio 2020 cambia il servizio

Modifiche al servizio bus ATM notturno Q41AFFORI – COMASINA – BRUZZANO – BOVISASCAATTENZIONE: a seguito delle ultime disposizioni del Governo in materia di Sicurezza Sanitaria relative alla FASE DUE post CORONA VIRUS COVID-19a partire da Lunedì 4 Maggio 2020 il Comune di Milano e ATMhanno adottato nuove misure relative al servizio di trasporto pubblico.Nello specifico…

Leggi l'articolo…

Quando i tram sferragliavano ad Affori

Il “Mombello” il trenino verde-arancio per Limbiate STORIA DI TRAM e BINARI Più di vent’anni fa, prima della fine degli anni ’90, binari, tram e lunghi trenini attraversavano Affori percorrendo l’asse Pellegrino Rossi – Astesani – Vincenzo da Seregno. Una lunga e avvincente storia cominciata nel 1882 con l’OMNIBUS A CAVALLI poi il TRANVAJNO BIANCO…

Leggi l'articolo…

Affori, trasporti e mezzi pubblici: i nuovi percorsi dei bus ATM in zona 9

La nuova linea 35 da Molino Dorino arriverà ad Affori FNLa linea 41 fino al Pronto soccorso di Niguarda Le mappe con i percorsi delle linee di autobus ATM che transitano ad Affori Dopo il potenziamento della rete ATM avvenuta nel Settembre 2017, l’Assessore alla Mobilità del Comune di Milano Marco Granelli ha annunciato le ultime novità…

Leggi l'articolo…

Un collegamento tramviario tra Niguarda, Affori e Bovisa

Una metrotramvia al posto della gronda Il Progetto di una nuova linea tramviaria tra i quartieri nord di Milano per collegare il Pronto Soccorso di Niguarda con Affori M3 e la Bovisa Metrotranvia nord ipotesi di tracciato Gobba – Bicocca – Ospedale Niguarda – AFFORI M3 – Bovisa – Certosa Riprendiamo un tema molto interessante e molto dibattuto che riguarda le…

Leggi l'articolo…

Code e traffico intasano le strade di Affori

Come risolvere il traffico nel quartiere di Affori: le possibili soluzioni suggerite dai residenti La viabilità ad Affori e nei quartieri confinanti della zona nove è un problema reale, certamente di non facile soluzione. E’ sempre esistito e nemmeno l’arrivo della metropolitana nel 2011 ha ridotto il flusso di veicoli che attraversano e percorrono le…

Leggi l'articolo…

La rotatoria tra via Astesani e via Vincenzo da Seregno

Realizzata nel 2014 per regolamentare i flussi di traffico e rendere più sicuri gli attraversamenti pedonali Il trafficato incrocio tra le vie Astesani e Vincenzo da Seregno, nella parte nord di Affori, per decenni è stato regolamentato da un impianto semaforizzato: il transito dei veicoli diretti o provenienti da Bruzzano, Comasina e Dergano veniva scandito…

Leggi l'articolo…

Zona 30 Km/h nel centro storico di Affori

Strade strette prive di marciapiedi nel centro storico di Affori creano serio pericolo per i pedoni e non solo… Ridurre e limitare la velocità di auto e furgoni che costringono i pedoni a camminare rasenti i muri lungo le strette strade del centro storico di Affori. Prendiamo spunto dalle molte segnalazioni e dalle proteste postate…

Leggi l'articolo…

Affori Via Moneta: nuove torri residenziali e più verde per il Parco di Villa Litta

Abbattuti i vecchi capannoni industriali. Nuove residenze, parcheggi, una passerella ciclo-pedonale tra Affori e Bovisasca e un ulteriore ampliamento del Parco di Villa Litta Una importante trasformazione urbanistica sta cambiando il volto di Affori: negli ultimi dieci anni sono molte le aree ex industriali interessate da massicci interventi edilizi di riqualificazione e valorizzazione. Il Programma…

Leggi l'articolo…

Posted in Trasporti Urbanistica Viabilità

Altri articoli suggeriti su MilanoAffori.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.